Scusa ma non posto! Riflessioni per impostare una linea comunicativa

24 Giu 2016
Hotel - Punti vendita - Ristoranti - Tutti
0 Comment
Impostare una linea comunicativa

Molto spesso capita che la linea comunicativa della propria attività si fermi allo scoglio della creazione di un post, perdendo di vista l’obiettivo di fondo e le linee guida stabilite nella fase strategica. Scopriamo insieme alcuni aspetti importanti che ci possono aiutare nel momento in cui ci troviamo a scrivere un messaggio al proprio target.

Definizione degli strumeni

Sicuramente un aspetto importante è decidere quali strumenti utilizzare per divulgare il proprio messaggio in base al target che vogliamo raggiungere. Ad esempio se siamo un’azienda produttrice di costumi e dobbiamo promuovere una propria linea rivolta alle ragazze “Teenager”, i canali social più adatti potrebbero essere Instagram e Facebook, questo perché hanno un’alta percentuale di utenti che rispecchiano la fascia di età di nostro interesse. Dobbiamo riflettere su dove il messaggio sarà inserito: ogni strumento che utilizziamo che sia la pagina Facebook, il profilo Instagram, il Blog ecc. richiede un opportuno adattamento nel modo di comunicare. Questo perché ognuno di questi strumenti nasce per scopi diversi e all’interno vive di regole proprie.

Definizione di un piano editoriale

Uno strumento molto importante per definire cosa comunicare nei propri canali è il piano editoriale, esso aiuta a risolvere diversi problemi come:

  • Garantire omogeneità, in termini di strategia e di obiettivi da raggiungere, ai contenuti creati.
  • Pianificare il calendario delle pubblicazioni.
  • Avere sempre presente il flusso di creazione e pubblicazione dei contenuti.

All’interno del piano editoriale definiamo il nostro topic e stabiliamo tutto ciò che riguarda la pubblicazione dei contenuti: le fonti, i responsabili, le piattaforme, i formati e i tempi.

Definire il contenuto del messaggio

Prima di scrivere il proprio messaggio è importante riflettere e porsi delle domande che potranno aiutare nella fase realizzativa e creativa:

  • Che tipo di contenuti possono creare valore alla linea comunicativa?
  • Quali contenuti ha a disposizione l’azienda, quali crea regolarmente o può ragionevolmente creare?
  • I contenuti individuati forniscono materiale sufficiente o si esauriscono in poco tempo?
  • Posso ricevere contenuti da persone esterne dall’azienda che creano valore?
  • L’azienda è organizzata in modo da gestire in modo efficiente la strategia comunicativa?

Porsi a monte le precedenti domande può aiutare  a definire una strada che permetta di avere ben chiaro cosa dovrebbe essere comunicato nei propri canali.

I 3 punti chiave per attuare una linea comunicativa

Quando siamo di fronte allo “schermo bianco” e ci accingiamo  a scrivere un messaggio dobbiamo pensare a tre aspetti chiave:

  • Promessa: qual è il vantaggio che il nostro cliente otterrà nell’ ascoltare/leggere la nostra proposta.
  • Reason why: come possiamo dimostrare che la nostra proposta non sia vuota, quindi come far percepire che ha un valore.
  • Tono: quale tono dobbiamo utilizzare per rispecchiare la personalità dell’attività.

Essi possono essere di aiuto per non inciampare in una linea comunicativa povera di significato e non in linea con il proprio brand.

Troppa informazione? Nessuna informazione

Più cose diciamo e meno le persone riescono a capire e a memorizzare il nostro messaggio. Nel nostro modo di comunicare dovremmo essere più semplici possibile e in linea con quello del proprio target. La famosa frase “Parla come mangi” in una strategia comunicativa si trasforma in “Parla come mangia il tuo cliente o potenziale cliente”. È opportuno selezionare una cosa sola, quella che permette di far arrivare il messaggio forte e chiaro al proprio target.

Tutto ciò è per chiarire che non è corretto soffermare la propria attenzione sul singolo post e fermarsi perché non sappiamo cosa comunicare. Se così fosse abbiamo sicuramente sbagliato o non considerato tutto ciò che sta a monte.

Adesso superate la vostra paura dello “schermo bianco” e iniziate a comunicare con il vostro target!

Bibliografia:

G. Laurita & R. Venturini “Strategia digitale: Il manuale per comunicare in modo efficace su internet e i social media”, Hoplei

Alessio Marchese

Written by  Alessio Marchese

Appassionato di Digital Marketing, tennis, viaggi e animali. Laurea in Economia Aziendale corso management internazionalizzazione e qualità. Sono Co-founder di Hubic Marketing e responsabile Marketing per il ristorante La Taverna della Rocca. I miei interessi sono #Marketing #SMM #Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *