E-commerce: i 5 aspetti per migliorare le vendite

29 Giu 2017
Tutti
0 Comment
E-Commerce- 5 aspetti per aumentare le vendite

Premessa

Sono sempre di più gli italiani che acquistano online sia servizi che prodotti, soprattutto grazie all’impatto che i mobile stanno avendo sulla vita quotidiana. Come possono quindi le imprese sfruttare il fenomeno dell’e-commerce e trarne un vantaggio?

I 5 aspetti da non sottovalutare per migliorare le vendite online

  1. Una buona struttura del sito: un layout accattivante, una buona usabilità sia tramite mobile che tramite desktop, ed una progettazione intelligente del sito sono cruciali per stabilire un buon primo impatto con l’utente. Dal punto di vista visivo, disporre i contenuti seguendo una struttura gerarchica ben organizzata per categorie aiuta la navigazione; così come disporre i prodotti come se fossero parte di un catalogo, possibilmente vicino all’home page evitando la dispersività. Dal punto di vista tecnico: utilizzare tag title con termini specifici di ricerca aiutandosi con strumenti come Google AdWords Keyword tool per ottimizzare la reperibilità; l’ideale sarebbe farli diventare dei link che riconducano a prodotti simili e utilizzarli nell’ URL. Considerare infine, che un prodotto necessita di almeno 3/4 tag che lo colleghino ad altri in modo che ci siano più articoli per ogni tag.
  1. Offrire e usufruire di risorse supplementari: per esempio, un e-commerce di abbigliamento con un’ottima guida alle taglie potrebbe essere favorito rispetto ad un altro con meno informazioni a riguardo. Anche creare un blog con contenuti interessanti può influire nel fare aumentare il traffico, l’interesse e la reperibilità, senza dimenticare l’opportunità che quest’ ultimo può offrire nel creare collaborazioni con altri blog sfruttando anche il guest posting. Avere inoltre la possibilità di monitorare i propri progressi e i contenuti più cliccati con strumenti come Google Analytics è senza dubbio di fondamentale importanza.
  1. Acquisto/pagamento facile e veloce: gli internauti hanno sempre meno tempo ed hanno bisogno di procedere in modo chiaro ed immediato. L’ideale sarebbe comprare e pagare all’interno di un’unica pagina web che carichi velocemente. Per quanto riguarda i dati necessari alle transizioni, meglio limitarsi a chiedere quelli strettamente necessari motivando anche la loro utilità; in questo modo si può evitare che i clienti abbandonino il sito durante l’acquisto. Ottenere profili e memorizzare i dati degli utenti che hanno già acquistato evitando il reinserimento manuale è un’ altra ottima soluzione per massimizzare il tempo. Molto importante è introdurre la cronologia dei passaggi necessari in evidenza, in modo che l’utente sappia in ogni momento a che punto dell’acquisto si trova e cosa lo aspetta in seguito. Anche la presenza di pulsanti in evidenza tendono a semplificare l’intero processo.
  1. Aumentare la fiducia e il senso di sicurezza: mettere chi acquista nella condizione di non temere di perdere soldi e tempo è cruciale per questo settore dove il contatto personale è assente. I simboli di garanzia sono molto apprezzati dagli utenti così come avere informazioni esaustive sul venditore. Anche l’occhio vuole la sua parte: un sito con un aspetto professionale e pertinente al target e al settore di vendita influisce sul comportamento dell’acquirente, così come la fidelizzazione tramite promozioni o sconti dedicati a specifiche categorie come ad esempio gli studenti. Qualora si tratti di un e-commerce che non vende prodotti propri, ma di altri marchi, la presenza di brand conosciuti può inoltre aiutare ad aumentare il senso di fiducia.
  1. Essere social: oggi la rete non è soltanto un importante mezzo, ma è anche una vetrina da cui trarre spunto per gli acquisti, basti pensare al fenomeno dei blogger e degli influencer. I social network quindi diventano fondamentali per assicurarsi un audience di massa e generare traffico, ma anche per organizzare vere e proprie campagne e collaborazioni tramite testimonial che provengano dal mondo del web. Questi ultimi possono non soltanto veicolare un grande numero di potenziali acquirenti, ma anche far accedere gli utenti a immagini di backstage per far conoscere meglio il proprio brand.

Due tra gli e-commerce di successo in Italia

Amazon: primo in classifica per le vendite online in Italia, ha come motto “our goal is to move quickly”.

Jeff Bezos, fondatore e direttore esecutivo è riuscito a creare una community non soltanto con il mondo degli acquirenti web, ma anche con i suoi stessi impiegati, puntando sempre al rinnovamento e alle novità come ad esempio i Kindle ed i droni.

Ha persino acquistato i diritti di una serie tv di Woody Allen per i clienti Amazon Prime.
amazon logo
Zalando: nono nel ranking degli e-commerce in Italia riesce ad avere un’ offerta variegata e competitiva.

La navigabilità del sito è di primaria importanza per i suoi fondatori Robert Gentz e David Schneider che hanno ideato un sistema di localizzazione del prodotto e dei metodi di pagamento fidelizzando al massimo la propria clientela anche grazie alla restituzione gratuita.

Di recente James Franco è stato il loro testimonial, scelta strategica per attirare sia il mondo maschile che quello femminile al loro sito.

Zalando logo

 

Conclusioni

Alcuni accorgimenti tecnici, un aspetto curato, organizzato, accattivante e uno spirito moderno ed attuale possono essere davvero utili ai fini di vendita per un e-commerce. Per rimanere competitivi, aumentare la propria visibilità e assicurarsi un incremento delle vendite, i 5 aspetti sopra descritti non possono non essere presi in considerazione.

Written by  Jessica Romano

Appassionata di comunicazione, musica, moda e natura. Laurea in Progettazione e Gestione di Eventi e laureanda in Design of Sustainable Tourism Systems. I miei interessi sono #communication, #SMM e #web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *