I 5 motivi per creare un profilo aziendale su Instagram

7 Nov 2017
Tutti
0 Comment
Instagram Profilo Aziendale

Premessa

Profilo personale o profilo aziendale? La community di aziende di Instagram è cresciuta raggiungendo i 15 milioni di utenti (rispetto agli 8 di marzo) e circa l’80% degli instagrammer segue i brand su questa piattaforma¹.

È dalla fine del 2016 che Instagram ha attivato per gli utenti la possibilità di passare da un profilo privato ad uno business, creando di fatto un nuovo spazio di connessione tra l’azienda ed i propri clienti, o potenziali tali.

5 motivi per passare ad un profilo aziendale

Le imprese interessate sia ad ottenere più informazioni che a farsi conoscere in modo migliore dai follower, o per acquisirne di nuovi, dovrebbero attivare questa tipologia di profilo per la propria attività.

Il profilo business, infatti, permette la visualizzazione delle informazioni generali di contatto e di accedere ai dati di Insights (dati riguardanti l’identità dei follower) su post e storie specifici.

Profilo aziendale

Le motivazioni, dunque, per cui “switchare” ad un profilo business sono:

  1. Creare un contatto immediato con gli utenti mediante il nuovo pulsante “Contatta”, con informazioni su indicazioni stradali, numero telefonico ed E-mail e creando nuovi post pubblicitari mirati e targettizzati in base ai dati statistici rilevati;
  2. Valutare le Impression: cioè il numero maggiore di visualizzazioni dei post e delle stories. L‘impression, infatti, esprime un valore potenziale, in quanto rappresenta il numero di volte in cui il contenuto è stato trasmesso sui vari dispositivi, senza considerare l’effettivo e reale click;
  3. Valutare la Copertura: definita anche come Reach, è il numero di follower suddivisi per account unici che hanno visualizzato i post e le stories;
  4. Valutare i Click sul sito web: cioè il numero di click che rimandano ai link inclusi nella descrizione del profilo aziendale. Questa metrica espande una funzione già esistente su Instagram: il tasto “Scopri di più” che si può inserire all’interno di un post e che rimanda solitamente ad un link specifico sul proprio sito web;
  5. Valutare le visualizzazioni sul profilo: cioè gli account unici che hanno visualizzato il profilo aziendale, distinguendo l’orario di visualizzazione, l’età degli utenti, il loro genere e la loro provenienza.

Gli step per attivare il profilo aziendale

  1. Aprire Instagram, andare sul proprio profilo e selezionare il riquadro delle impostazioni;
  2. Sulla pagina delle impostazioni scorrere fino a trovare la frase “Passa a un profilo aziendale” e selezionarla;
  3. Dalla schermata che appare successivamente, selezionare “continua” ed a questo punto si inseriscono i dati della pagina Facebook della propria azienda;
  4. Dopo la sincronizzazione della pagina bisogna impostare la mail, il telefono e l’indirizzo della propria attività;
  5. Arrivati a questo punto avremo attivato con successo il profilo aziendale e da questo momento appena si pubblicherà un post, appariranno le scritte “Promuovi”, in modo da condividerlo mediante una campagna direttamente su Facebook, e “Visualizza i dati di Insights”, in modo da analizzare i dati di quel singolo contenuto pubblicato;
  6. Dopo una settimana dall’attivazione si potrà usufruire di grafici e tabelle riguardanti i follower e la loro “risposta” ai post globalmente pubblicati fino a quel momento.

dati Instagram

Casi aziendali

  •  Le Chocolat des Français è un brand francese che produce cioccolato e che ha posto la creatività come fondamento della propria attività. Il cofondatore di questa azienda, Matthieu Escande, ha affermato che Instagram: “È uno strumento fantastico per interagire con la nostra community e sviluppare la notorietà del brand”. Grazie quindi alla piattaforma sono riusciti a diventare noti a livello mondiale e ad essere presenti, pur essendo una piccola realtà, in diversi grandi magazzini internazionali oltre ad ottenere buone performance online ².
  • Illy è un’azienda italiana fondata da Francesco Illy nel 1933 e leader nel settore della produzione di caffè. Mariagrazia Flaibani (Head of Digital e Business, CRM, Illycaffè Italia) ha affermato a proposito della piattaforma: “Abbiamo trovato in Instagram la piattaforma multimediale ideale per raggiungere il pubblico desiderato, con risultati al di là di ogni aspettativa”. Secondo i dati Instagram, infatti, hanno ampliato di 16 punti l’aumento del ricordo dell’inserzione e di 21 punti l’aumento del ricordo dell’inserzione tra le persone di età compresa tra i 25 e 35 anni ².

Conclusioni

Lo strumento proposto da Instagram è opportuno per le aziende interessate ad aumentare l’Engagement, cioè il “coinvolgimento” del pubblico attraverso la creazione di un legame forte, basato sulla fiducia tra impresa e follower, per riuscire a “convertire” questi ultimi in clienti effettivi o potenziali.

Gli strumenti di Insights, inoltre, permettendo di analizzare i dati riguardanti le generalità e le preferenze dei propri follower e di conseguenza l’appeal dell’attività svolta, consentono all’azienda di poter modificare o confermare il modo con cui “dialoga” con il pubblico. Per questi motivi consiglio il profilo aziendale, o comunque di fare un tentativo; se poi non se ne trarrà alcun beneficio, si potrà sempre tornare al precedente profilo personale.

 

¹Dati interni di Instagram, marzo 2017

²Fonte: www.business.instagram.com/blog

Written by  Sara Del Chicca

Appassionata di Web Marketing, Sport, Viaggi e Libri. Laureanda in “Economia Aziendale – indirizzo MIQ” presso l’Università del Studi di Firenze. Sto svolgendo un tirocinio presso Hubic Marketing che mi permetterà di approfondire la mia passione inerente al mondo del Marketing. I miei interessi sono #Webmarketing #SMM #Analytics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *